A Garland for Manhattan

Da In quattro lingue, a c. d. Cosma Siani, Cofine, Roma, 2001

INGLESE
ITALIANO

A Garland for Manhattan
1

Enmeshed in mist, an alpine peak expects

sunrise and song. What is a summit, then,

'til rays and rhythm liven it afresh?

Longing for valleys where the streaming light

already brightens buds and tickles birds;

longing for the arcane, new happiness

of music heard and limpidness beheld.

But, mantled yet in night, the lonesome peak

cannot remember all it does possess -

a regal robe to wear, made of entrancing

rubies and pearls and gold (oh, bold, enfolding

prancing of lively hours) and so forgets

the only reason for its blissful height,

the ultimate enchantment of its life.


1997 (Da A Garland for Manhattan)


Ghirlanda per Manhattan

1

Irretito di nebbia, un picco alpestre

aspetta il sole e il canto. Cos’è, dunque,

una vetta senza ritmo né luce?

Desiderio di valle dove il raggio

irradia gemme e vèllica gli uccelli,

desiderio di gioia arcana e nuova

a una musica o alla limpidità.

Ma solingo ed avvolto nella notte,

il picco è immemore di ciò che ha -

una veste regale di abbaglianti

rubini e perle e oro (oh, avvolgente

danza di vive ore) e perciò scorda

della sua altitudine beata

l’incanto primo e la ragione estrema.

 

(Trad.C. Siani)

Additional information